Parole nel Vento – La Voce del Lario conquista i lettori!

Articolo pubblicato su Centro Valle Val Chiavenna e Alto Lario – (SABATO 10 OTTOBRE 2020)

STA CONQUISTANDO TUTTI IL NUOVO LIBRO DI MARINA CATALANO

L’autrice ha ambientato il suo romanzo proprio nella parte più a nord del Lago di Como, quasi personificandolo Sta conquistando tutti il nuovo libro di Marina Catalano

GRAVEDONAEDUNITI (pea) «Parole nel vento, la voce del Lario» è l’ultimo libro di Marina Catalano Mc Vey che parla del lago di Como, nella parte più a nord, di storia e dei giorni nostri.

E l’autrice ha introdotto così i lettori in questa narrazione: «La mia è una storia moderna che si mescola a tante storie del passato. Il lago, anticamente chiamato La- rio, diventa protagonista e la sua esperienza millenaria si intreccia con la storia personale di Milena, una giovane donna i cui nonni erano figli di quella zona, poi emigrati a Dublino. Il Lario e Milena stabiliscono un legame

molto profondo di amicizia. Il lago le narra molti racconti che si riferiscono ai suoi vari periodi storici e poco alla volta risveglia in Milena tasselli di vita che lei ha profondamente sepolto nel sub- conscio, archiviandoli cocciuta- mente. La giovane subisce il forte magnetismo del lago e ne ascolta la voce, cercando un senso nei messaggi misteriosi delle sue sto- rie e nelle sue proprie paure re- condite».

Numerosi i temi affrontati, ma viene   valorizzata  soprattutto  l ’ impronta celtica della zona: il lago è permeato da una spiritualità antica, dalla sacralità della cultura dei Celti, ancora percepibile sulle sue sponde e sulle montagne che lo incastonano come uno smeraldo.

L’opera ha già conquistato la curiosità del pubblico, mentre Alessandro Cerioli, esperto in storia ed in civiltà antiche ha redatto la critica del volume.

Ricordiamo che Marina Catalano nasce a Bologna nel 1947; si laurea all’università Ca’ Foscari in Lingue e Letterature straniere ed è stata docente di lingue e traduttrice/interprete per molti anni all’estero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *